READING

Quattropiume e il lusso costruito sui fatti

Quattropiume e il lusso costruito sui fatti

In verità vi dico che appena le ho viste bene, non superficialmente, da quella stanzona-pregio del Westin Excelsior a Firenze, mi sono sentita tele-trasportare nel quadrato gigante di aula bianco-sporco che mi ritrovavo al Liceo Classico.
Una mano invisibile sulla spalla destra a farmi precipitare sulla seggiolina di legno mezza sbertucciata sugli spigoli, per sottolineare di giallo nel libro di greco la parola τέχνη.
Τέχνη inteso come saper fare.
“Del Pasqua, spiegami l’etimologia di tecnica”, oddio la professoressa Conte.

Ecco, quando ho studiato le borse Quattropiume mi sono immaginata proprio questa parola illuminata da uno Stabilo, il Boss degli evidenziatori. Già perché queste piccole grandi opere in pelle sono fatte bene e con tutto il bene del mondo.
Tutto il bene dei quattro fondatori, Quattro, sommato, piu, a quello di chi le compra, che sono i veri creatori della propria opera d’arte, me.
Quattro-piu-me: ecco il marchio di borse di lusso, grazie al quale ognuno può diventare stilista, personalizzando dalla A alla Z la propria clutch. Vi torna adesso?

Ho conosciuto le Quattropiume in maniera quasi felliniana, dato che nel mio tragitto verso la “stanza regale” (luogo della presentazione), m’è passato davanti per poi scomparire, e in maniera quasi geometrica, un bel po’ di persone, per poi arrivare nella sala e non trovare Sua Eminenza ad aspettarmi, bensì una lunga tavola imbandita di pellami colorati, separata dal mobile in legno in fondo, a sorreggere, belle e ordinate, alcune proposte di clutch.
Scena con Marcello Mastroianni nella sauna con Sua Eminenza, Otto e Mezzo, 1963.
Entrata in codesto Cenacolo di borse, ho dapprima accarezzato ciascun materiale sul piatto, per poi studiare i modelli, ed infine chiedere ad uno dei fondatori di alcuni aspetti del marchio.

Quattropiume è made in Italy. Santiddio. Questo è molto importante.
I cicli di lavorazione delle pelli utilizzate nella produzione sono interamente realizzati in Italia, a Santa Croce sull’Arno, a Pisa, realtà di eccellenza a livello internazionale per la concia.
Il made in Italy costa di più, lo sappiamo tutti, tuttavia è unico.
In questa era di appiattimento, omologazione e non originalità, se non in ambito tecnologico, il made in Italy è solo da premiare.
In questa era in cui per strada, nella stessa strada, possiamo trovare quattro ragazze con le stesse identiche scarpe, fatte da non so chi, e non si sa come, il Made in Italy fa la differenza, anche perché questa perversa democratizzazione ci sta più o meno consapevolmente e mano a mano stufando.
Qualcosa sta cambiando. Ad una delle fiere di moda a cui di solito partecipo ho sentito da diverse voci polemiche sulla scelta da parte degli organizzatori della fiera di prendere troppo non made in Italy, a partire dalle persone.
Questa è una spia che adesso è un po’ fioca, ma prima o poi esploderà, non per tutti, ma esploderà.

Quattropiume è lusso. Lusso artigianale, lusso vero, non lusso costruito sul nome, ma sui fatti. D’altra parte è anche lusso moderno, dato che non è inarrivabile, bensì così raggiungibile da fare dell’acquirente stesso parte del processo creativo.
Come ho già detto prima, ogni borsa è personalizzabile direttamente sul sito, dove ci sono tre proposte base di modelli, su cui si può a sua volta giocare con diversi tipi di pelle, di svariate colorazioni.
Dopo che si è creata la propria borsa del cuore, il modello arriva a casa entro 45 giorni.
Quello che ho imbastito io è coloratissimo, adatto da portare con jeans o un abito da sera, lo vedrete, non ha iniziali da nessuna parte, e ce l’avrò solo io al mondo. (Tiè).

Capiamoci, Quattropiume va bene per le persone dotate di gusto, di un certo background e cultura. Anche perché investire 1600 euro su una borsa Quattropiume e non su una Louis Vuitton definisce il quadro di una precisa personalità, ben consapevole di ciò che compra.
In più, ti vende sogni su misura non pre-confezionati, anche se in realtà nel sito ci sono delle proposte, perché i sogni, per poterli realizzare, si costruiscono.

IMG_2573

IMG_2453 IMG_2458 IMG_2466 IMG_2469 IMG_2472 IMG_2475 IMG_2480 IMG_2485 IMG_2489 IMG_2500 IMG_2503 IMG_2513

firenze


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

INSTAGRAM
@FASHIONPOLITAN