Soprattutto olio

Confesso che in questo caso, per ovvi motivi, sono stata attratta prima di tutto dal packaging.
Adorn Supreme Hair Olio: innanzitutto io amo gli oli. Per prima cosa li amo perché mi servono, poi perché è una fissazione che proviene da tempi remoti, ovvero da quando iniziai a tingermi i capelli (tanto tempo fa).
Adesso non ho i capelli tinti (ma a breve sì), tuttavia vado regolarmente in piscina, quindi capite bene perché per me l’olio sia indispensabile prima di lanciarmi in vasca.
Ho sostituito questo prodotto all’eccezionale Mythic Oil di L’Oréal Professionel, e devo dire che svolge egregiamente la sua funzione. Le istruzioni dicono di applicarlo prima dello shampoo per proteggere, a capelli umidi per un effetto setoso, e dopo l’asciugatura per rendere la chioma lucida. Io lo uso come protezione prima del mare e della piscina, e applicato sulla punte in minima quantità come elisir di morbidezza.
Volume alle Stelle: la lacca mi piace prima di tutto perché mi ricorda le nonne e la loro totale dipendenza da codeste bombolette spray. Io la utilizzo solo nei casi in cui o ho una serata e mi voglio alzare il ciuffo, pettinandolo all’interno con volume, o quando ho i capelli sporchi, e voglio tirarmeli tutti indietro. In realtà applico sia gel che lacca per quest’ultima operazione.
Non ho ancora provato le Fiale Magiche, sempre di Adorn, perché sinceramente le tengo per quando mi colorerò i capelli, ovvero tra un mesetto. Quindi quando sarò bionda, non so ancora se bionda Monica Vitti o chissà come, ma vi dirò.

IMG_1544

Con questi due prodotti torno letteralmente ai tempi dei Liceo, quando anche le nere corvine con lo Schultz volevano e pretendevano di diventare bionde.
Dato che prima di provare qualsiasi tipo di prodotto visito sempre il suo relativo sito, cliccando su quello di Schultz (portale fatto benissimo, praticamente la soddisfazione di qualsiasi digital e qualcosa) m’è balzata agli occhia questa frase: “Se bionda vuoi apparire, il capello devi nutrire”, e Schultz è così diventato automaticamente uno dei miei marchi del cuore.
Io sto usando lo Shampoo Ristrutturante e la Maschera Ristrutturante, sempre per i motivi elencati sopra, ovvero piscina e lavaggi frequenti (tutti i giorni), con cui mi trovo bene perché pappa reale e germe di grano sono elementi che rinforzano il capello a fondo, e poi perché quell’odore mi riporta irrimediabilmente all’adolescenza.

IMG_1553
Crescendo do sempre più importanza alla pulizia del viso, perché trucco a parte, sono sempre a contatto con smog e agenti esterni. Mi piace molto il marchio L’Occitane, quindi tra i miei vari detergenti (attualmente ne sto usando tre), ho inserito anche il Nettoyant Moussant, arricchito di olio di karitè, sul quale posso affermare senza ombra di dubbio essere un prodotto eccellente sia per la texture schiumosa ma non troppo, che per la funzione stessa di detergere e purificare.

Quando ho visto la Egg Pore Tightening Cooling Pack di Tonymoly ho esclamato: “no vabè, comprerei questo aggeggio anche se non so a cosa serva”. In realtà è una maschera, da applicare una o due volte a settimana, dall’effetto rinfrescante a base di estratti di uovo, aceto di vino, sale marino, acqua di ghiacciaio e argilla, che restringe i pori dilatati.
Posso parlarne solo bene, ammetto anche di esserne positivamente pre-ovo-nuta.

IMG_1534

Per me il body scrub Kiehl’s Gently exfoliating è un secco sì, come del resto molti altri prodotti Kiehl’s, e il perché è presto detto: lascia la pelle morbida come il culetto di un bambino e profuma di brillantina per capelli del nonno. Non lo uso con regolarità, nel senso che lo applico quando ho voglia di “pulizia a fondo”, che può essere una come tre volte a settimana. Dopo lo scrub e la detersione metto sempre l’olio di mandorle Kaloderma, ideale per la pelle secca, cioè la mia.
Come ho già detto prima, questo è il mio periodo “olio”, infatti ho fatto il pieno di olio di argan dal Marocco.

IMG_1578Sempre di Kaloderma sto provando il burro mani con olio di mandorle, mani le mie che in questo periodo sono più carta vetrata che arti veri e propri. Ecco, devo ammettere che questa crema è sia un buon compromesso qualità-prezzo, sia un prodotto da supermercato, quindi “a sbattimento zero”.
Ugualmente a base di olio di mandorle, ma dal profumo più intenso e la texture più morbida è la crema mani di Skin by Hairmed, che ormai è diventata parte integrante del mio zaino, nel senso che è sempre lì nella tasca interna per ogni evenienza.

IMG_1557

Per quanto riguarda la pulizia dei denti, sfido chiunque a non amare i Marvis, i dentifrici più “vecchi dentro”, hipster, nostalgici e da quei gusti inconfondibili che creano dipendenza.
A volte non vedo l’ora di partire per andare a comprare i mini tubetti da viaggio alla liquirizia e alla cannella.

IMG_1566

Concludo con Collistar, ovvero con due prodotti funzionali per donne smart e “poche beghe” come me: il fondotinta con correttore incorporato e specchietto nel tubetto, e l’eye-liner mini da borsetta. Anche se non uso il correttore perché non sono capace a stenderlo nella maniera giusta, il fatto che ce l’abbia nello stesso tubetto del fontinta mi da una certa sicurezza, mentre l’eye-liner da borsa per me è indispensabile tanto quanto il rossetto rosso, e questo di Collistar scrive pure bene.

IMG_1570

Questo non è un prodotto beauty, ma un prodotto bello, bellissimo: è un regalo dei ragazzi di Simple Flair, ovvero un mio ritratto firmato da selapennamidisegna. Non mi serve per rendere la pelle più luminosa, né per rassodare le gambe, ma per abbellire la sala e accarezzarmi il cuore ogni volta che lo guardo. Grazie.


RELATED POST

COMMENTS ARE OFF THIS POST

INSTAGRAM
@FASHIONPOLITAN