READING

#OutsideMilleMiglia: questione di cavalli

#OutsideMilleMiglia: questione di cavalli

Devo ammettere che al mio quarto giorno di Mille Miglia, e al terzo di tappe, manco la Red Bull fa più effetto. Perché la verità è che la Mille Miglia è una manifestazione unica, adrenalinica e sinceramente ai limiti della correttezza (le macchine c’epoca si scannano su strade normalmente transitate, sorpassando vetture “normali” e non, senza la benché minima sorta di problema), ma a livello di resistenza fisica è peggio della fashion week.
Questo è il prezzo da pagare per poter partecipare ad una delle manifestazioni più fighe del globo: dormire due ore per notte, rischiare di battere la testa sul computer scrivendone il reportage, sbavare in macchina dal sonno, e trovarsi il lato B a forma di figura geometrica bidimensionale.
E detto ciò aggiungo: sì, ma chi se ne frega. Quando mai mi ricapiterà di entrare in Piazza del Campo con i cavalli di una macchina e non per vedere i cavalli del Palio?

Cerco di andare per ordine: non m’è suonata la sveglia, il che vuol dire che ho dovuto fare una ricca colazione in soli 7 minuti (io ce ne metto in genere 20), per poi fiondarmi alla partenza delle macchine da Roma, nel posto più triste della città, ovvero un parcheggio davvero brutto. Con tutta la bellezza che si respira a Roma, perché non scegliere l’unica cosa anti-estetica?

Roma_brescia_corse

Roma_millemiglia_aligabbiano

millemiglia_car_raod

millemiglia_traffic

_MG_0869

Dopo dunque una partenza senza arte, né parte, sono cominciate le cose belle: in macchina con noi, nella nostra Lancia Ypsilon Mya, sono venuti altri ragazzi in cerca di passaggio, e con i quali ho riso molto (hanno contribuito a mitigare il mio evidente bisogno di sonno) fino all’arrivo a Radicofoni, una delle tappe più calorose, a livello di accoglienza, di tutto il giro.
Le macchine d’epoche stanno ai borghi toscani, come il pane sta al burro e marmellata.

old people_ millemiglia

millemiglia_radicofani

_MG_0727

Saltata la tappa di Buonconvento causa contrattempo last minute, ci siamo diretti a Siena, dove mi sono sentita una dea, a varcare la soglia di quell’imponente piazza dalle manie di grandezza, sopra una carrozza motorizzata, in un imbarazzante bagno di folla.

siena_piazza

millemiglia_siena

jucca_ootd

_MG_0740

jucca_look

pizza_siena

Camminando sinceramente a caso per alcuni minuti mi sono imbattuta in un negozietto molto interessante di antiquariato, Giovanna Leonini Antichità, nel quale i due simpaticissimi proprietari mi hanno fatto provare collane, borse e binocoli da teatro. Credo di avere due nuovi migliori amici a Siena.

                                                                   Giovanna Leonini Antichità

anticjità_millemiglia

_MG_0816

millemiglia_antichità2

millemiglia_bags

_MG_0820

Non me ne vado mai da Siena senza prima aver preso del panforte, dolce del quale mi sono innamorata anni fa grazie a mio papà e ai Natali in cui insieme ce ne facevamo fuori a quantità industriali. Adesso ho perfezionato i miei gusti, passando dal tradizionale dolce con le mandorle alle variazione più moderne, al cioccolato e all’uva e fichi. Non ero mai entrata da Dolce Siena, proprio in piazza Il Campo, ma la fretta e la logistica non mi hanno lasciato altre alternative. Sono entrata attratta naturalmente dall’insegna, ho acquistato, ho subito assaggiato, e alla fine la Donna del Monte ha detto sì.

Dolce Siena

bottehga_panforte2

bottehga_panforte

millemiglia_panforte

_MG_0764

Da Siena a Poggibonsi per il pranzo delle 16,00, dal Passo della Futa al Mugello (lì sì che s’ammira a bordo strada quell’atmosfera goliardica tipica della toscana), fino a Bologna, abbiamo raggiunto la piazza principale di Parma, dove finalmente abbiamo salutato Kasia Smutniak, testimonial Lancia Ypsilon, a bordo di una Ardea del 1939. Chissà se prima o poi saremo tutti in grado di pronunciare il suo nome senza fare una gaffe (ho perfino sentito dire “Cassa Sputnik”).
Cena presto, alle 23,30, e via a scrivere. Perché alla Mille Miglia chi dorme piglia zero pesci.

Camicia: Jucca
Pantaloni: Suoli

_MG_0895 _MG_0900 _MG_0909 _MG_0913                parma_car_detaiil  prma_night


RELATED POST

COMMENTS ARE OFF THIS POST

INSTAGRAM
@FASHIONPOLITAN