READING

Tra ragni umani e bici con un lieve turbo, un ucce...

Tra ragni umani e bici con un lieve turbo, un uccello mono-alare

DCIM100GOPRO

Nello scorso week end ho conosciuto un aspetto di me che o ignoravo o comunque negavo a me stessa, e quando dico “aspetto” non intendo tanto interiore quanto esteriore.
Arrivo subito al sodo, e poi spiego tutto, promesso.
Arco, Trento, Rock Master Festival, parto di sandaletto Teva munita e gonna-pantalone dotata, e dopo una tempesta caratterizzata da violente secchiate azzurre d’acqua (quelle con cui la nonna c’inzuppava stracci con una violenza tale da far paura persino al pavimento), vado a volare.
Decido di mettere le ali con una gonna-pantalone appunto, che in volo, per un misterioso incantesimo celeste si trasforma, gettando al cesso quel che c’è dopo “il trattino”, in gonna e basta.
Quindi volo in gonna, con due telecamere, ciascuna per mano, perché vuoi che una blogger/influencer/chicchessia non possa testimoniare il momento topico, il climax del salto e della permanenza nel vuoto? Ovvio che no.
Grazie al mix di vestiario e di effetti-video, nel 90% delle foto che io stessa ho fatto a me medesima (quindi è tutta colpa mia) paio una bambina obesa, nipote cresciuta della Sora Lella, tuttavia felice. Il che significa che ogni volta io mi sentirò triste, non dovrò fare altro che rivedere quelle foto, che per ora bado bene di non pubblicare, ne va della mia credibilità e del mio futuro professionale.
Anche se sono sicura che un giorno lo farò.

E ora posso ricominciare, così magari tutti possono capire qualcosa.
Dicevo: lo scorso week end sono approdata nella ridente Arco, in Trentino, città-meta prediletta da vecchini (per questo da me super-apprezzata), ma anche eldorado sportivo, talmente tanto che la loro “via Montenapoleone” è fatta da negozi specializzati in arrampicata, bici e qualsiasi sport outdoor.
Assieme a Teva (e indossando Teva) sono entrata nel fantastico mondo del Rock Master Festival, una manifestazione dedicata a tutti gli appassionati dell’arrampicata.
Ci sono entrata prima attraverso una lussuosa porta, sedendomi su seggioline l’una attaccata all’altra con davanti inglesi con birrozzo alla mano e dietro mini coreani tutti in silenzio e ordinati; non so bene perché la mia immaginazione mi ha fatto sentire una moderata tra estremisti, ed è stato lì che ho avuto l’ennesima conferma che la diplomazia mediatrice non fa per me.
Ma dicevo che sono entrata dunque nella magica atmosfera “dello sport semi-aereo” prima attraverso una serata chiamata Arco Rock Legend, presentata da Kay Rush, 54 anni e più figa di prima, nella quale sono stati assegnati dei premi a dei giovani sportivi, ma soprattutto nella quale ho scoperto l’esistenza dell’associazione CACClimbers Against Cancer, e del suo fondatore, John Ellison, un signore affetto di cancro che nella vita ha deciso di fare di tutto per aiutare a ricerca contro il cancro, e che alla fine di un video proiettato in sala, ha shakerato un po’ le corde del mio cuore con le seguenti parole: “sto per morire, dovrei essere triste, ma sono felice”.
Non c’è bisogno di commenti, solo che, come me, se non lo sapevate, vi facciate una googolata su “CAC”.

Poi mi sono insinuata nel mondo di chi scala, vedendoli, in prima persona, delle star anche e soprattutto minorenni, quasi bambini, ragni umani che lottano contro le pietre con l’unico obbiettivo di stargli attaccati il più possibile e arrivarne alla cima. È stato soprattutto il paradosso tra la ribellione contro cui alla fine ti è amico (pareti infinite) ad ammaliarmi.
Diciamo che in ogni caso è stato un bellissimo benvenuto, che non ha fatto altro che confermare una mia credenza: lo sport è necessario, utile, magico, una salvezza.
C’è da dire che non sono stata molto fortunata con il tempo, ma da una parte non mi lamento, dato che mi sono goduta qualche oretta in più il fantastico hotel dove soggiornavo e che consiglio a tutti, intessendone infinite lodi a tutti, Villa Italia.

Poi però, negli sprazzi di tempo clemente ho fatto cose  fighe: prima di tutto ho volato con i ragazzi di X Adventure, parapendio e ciao. Mi sono sentita un uccello mono-alare.
Risparmio a tutta la galassia di frasi-fatte del tipo “è stato bellissimo, una sensazione unica, una forte scarica di adrenalina”, perché è ovvio che sia stata non solo una cosa non figa, ma ben oltre (c’è un video che ho fatto che vi consiglio di guardare che spiega bene le sensazioni).
In più ho sfruttato l’occasione per poter partecipare al concorso Original Summer by Teva, grazie al quale una volta postata una foto della propria estate con l’hashtagh #originalsummer si può vincere un viaggio per due in America. Vorrei corrompere qualcuno con invii plurimi di prodotti tipici toscani, vini e finocchione, ma non saprei chi. Quindi, vista la mia impotenza a riguardo, ho fatto foto cool per aria, pensando che “dai, più original summer di così”.

E poi sono andata in bici, con delle biciclette “con un lieve turbo” (Flyer) dotate di pedalata assistita, il che vuol dire che in una salita da infarto, quello stesso infarto non solo ti viene, ma ti diverti un monte perché sì pedali, ma più easy.
Avrei dovuto anche scalare una montagna purtroppo però dovevo tornare a Milano, e ciò rappresenta uno di quei sassolini nella scarpa che mi toglierò il prossimo anno quando tornerò appositamente per provare ad arrampicarmi su qualche parete rocciosa. Eccome se lo farò.

Guarda il video #theoriginalsummer ad Arco (Arco e basta non Arco-re, nel caso sarei stata davvero poco originale)

Arco_Ape_car

Teva_estratto_vintage_fashionpolitan Arco_chiesa_Fashionpolitan Arco_fontana

me_click_teva Arco_matrimonio Arco_paese Arco_people_view Arco_Posta Arco_vespa

Garda_parapendio_teva_CMP

Garda_papendio_preparazione-fashionpolitan_teva Gara_preparazione_teva_fashionpolitanArco_volo5Garda_parapendio_fshionpolitanRE Camera RE Camera Garda_volo Garda_volo3 Garda_volo4

me_jump garda_volo5 Garda2view_fashionpolitan DCIM100GOPRODCIM100GOPRO DCIM100GOPROTeva_old_things_fashionpolitan RE Camera teva_shoes trio_teva_garda

Flyerbikes Villa Italia_Arco_fashionPolitan

RE Camera VillaItalia_Arco_room VillaItalia_macchinacucire_fashionpolitan

Flyerbike2 VillaItalia9


RELATED POST

COMMENTS ARE OFF THIS POST

INSTAGRAM
@FASHIONPOLITAN