READING

Dieci cose da dire sul concerto dei DP (e sui conc...

Dieci cose da dire sul concerto dei DP (e sui concerti)

cult2

Giuro che al concerto dei Depeche Mode ho visto donzelle con i tacchi, e non intendo zeppe, intendo proprio aggeggi affilati di più di sei centimetri. Addirittura ieri da Woodkid (vabè wow) ho scorto una ragazza con vestitino da matrimonio di chiffon e sandaletti argentati. Un po’ invidio queste specie umane: io torno a casa con i piedi tumefatti e più sudicia d’un cane dopo che s’è rotolato sul fango per poi catapultarsi nel fiume a schianto.
Ma vabè, io mi butto per terra, sudo, mi muovo, agisco.

“Mi sono mossa” verso i Depeche Mode grazie a Cult Shoes (un paio ne ho indossate qui sotto con i miei amati calzini di cui prima o poi vi parlerò). Ci siamo mossi in diversi, specie Henry e Gianluca, che hanno fotografato per Cult i Musi Duri del concerto.

A questo punto tutto (anzi quasi tutto) ciò che dirò sarà del tutto secondario perché ovvio:

1) I Depeche Mode sono magici.
2) Vedere San Siro pieno zeppo (quasi che avevo paura cascasse tutto) è magico, ma davvero da piangere.
3) Il concerto è stato anche un fantastico show. E così dovrebbe essere ogni concerto.
4) “Home” di Mart è travolgente.
5) Valentina ha letto in una cartello di una fan “Tram”, invece era “Mart”. No comment.
6) Io ai concerti non bevo perché ho il terrore dei bagni chimici, quindi prima o poi rischierò di morire disidratata.
7) Io ai concerti mi diverto, e questa cosa l’ho scoperta invecchiando. Sono sicura che prima o poi c’andrò anche da sola. Come ieri sera da Woodkid: c’erano dei simpaticissimi vecchietti, uno dotato di zainetto, l’altro di marsupio, Birkenstock tarocche e piazza sul capo con codino al seguito, che si godevano felici e beati musica e giovanotti danzanti.
8) Non mi vedrete mai in tiro a pogare. Ai concerti ci si va robbose.
9) Per andare ai concerti ci vuole la compagnia giusta, sennò meglio andarci da sola (appunto). Io l’ho trovata.
10) Per andare ai concerti, d’estate, devi dotarti non solo di una boccia d’Autan, ma di due confezioni anti-zanzare di due marche differenti, perché dal mix di vari gusti le bestiole maledette ne rimangono shockate. Anche la tua pelle fragol-tropicale in effetti.

P.s. “DP” del titolo non sta per “Del Pasqua”, purtroppo.

559081_682325828451366_664026299_n cult cult3 cult5 cult6 cult7 cult9 cult10 cult11 cult13 cult14

 


COMMENTS ARE OFF THIS POST

INSTAGRAM
@FASHIONPOLITAN